La prigione - 8 Viola/ The prison - 8 Purple

Con questo ultimo, ma non ultimo capitolo vorrei ringraziare @uggya ed @emrys77 per il loro fondamentale aiuto. Grazie per aver letto le anteprime e corretto gli errori, ma soprattutto grazie per il supporto morale ed i commenti che mi hanno permesso di scrivere tutto questo e anche ciò che seguirà. Vi voglio bene amici miei

Capitoli precedenti La caduta Nero Arancio Blu Rosso Verde Giallo

feather-4431599_640.jpg
Foto di Yuri_B da Pixabay

Longun aveva sognato strane ali dalle lunghe piume viola che la avvolgevano e proteggevano. Le sensazioni che aveva provato erano così reali che faceva fatica ad aprire gli occhi e si rifiutava di svegliarsi.

Una forte risata riuscì a superare la coltre del suo sogno e la fece sobbalzare sul letto riportandola alla realtà. Si guardava intorno, ci vollero alcuni minuti prima di ricordare e capire dove si trovava e che era successo. La stanza gialla… il percorso tra le varie torri… con le mani si lisciò l’abito, ravvivò i capelli e iniziò a camminare per la stanza osservando meglio le pareti. Con la mano le accarezzava sentendo sotto le dita piccole sporgenze che ad occhio nudo non riusciva a vedere.

Finalmente ti sei svegliata, hai dormito a lungo, ma non sono affatto meravigliato di ciò.

Longun si voltò di scatto, di fronte a lei un uomo le sorrideva. In un primo momento stava quasi per svenire per il terrore, Dreki era davanti a lei, l’uomo dal quale era scappata l’aveva sbeffeggiata per tutto il tempo. Poi notò qualcosa che stonava, l’uomo che aveva di fronte aveva una cosa che Dreki non possedeva… delle enormi ali viola che uscivano dalla schiena e lo rendevano simile ad un angelo.

Chi sei? Sei identico a Dreki, ma non sei lui. Il tuo sorriso e i tuoi occhi… ma soprattutto hai le ALI!

Una sincera risata uscì dalle labbra dell'uomo illuminandone i lineamenti. Trasmetteva qualcosa di puro, innocente, molto diverso dall'alone di terrore di Dreki

Il mio nome è Engill e sono il fratello gemello di Dreki; anche se le somiglianze sono esclusivamente fisiche come avrai sicuramente notato

Engill… gemello di Dreki… non aveva mai sentito parlare di lui. Nessuno sapeva della sua esistenza, altrimenti i pettegolezzi di palazzo lo avrebbero nominato almeno una volta.

Si mia cara, hai ragione, nessuno sa della mia esistenza. Quando mio fratello ha preso il potere sono stato rinchiuso in questa torre. Sul letto di morte, nostra madre ci parlò della profezia, ed ora, grazie a te, si potrà avverare.

Longun era sempre più stordita e confusa e non riusciva a credere a quello che le stava succedendo. Mille domande le vorticavano in testa, ma non riusciva a darle voce.

La tua nascita non è un mistero, quando Il vecchio Re è morto, è scoppiata una guerra tra gli eredi e Dreki ne ha approfittato per salire sul trono. La sua brama di potere, lo aveva reso folle e aveva iniziato a cercare nell'alchimia il potere necessario a raggiungere il comando. Per riuscire a salire sul trono ha sacrificato una parte del suo cuore, da quel pezzo di cuore sei nata tu, e lo ha... ti ha usata per obbligare gli eredi del Re ad uccidersi a vicenda.
Fece una pausa invitando la donna a sedersi e a prendere qualcosa da bere.
Nella profezia si parla della fuga del frutto nato dalla bontà di uno dei gemelli e della nascita di una nuova città governata con amore.

Sorrise nuovamente verso la donna, vedendo chiaramente quanto lei fosse turbata e come faticava a credergli. Le si avvicinò e le poggiò una mano sulla guancia.

Chiudi gli occhi Longun e lascia che i miei ricordi diventino i tuoi.

La sete di conoscenza che la possedeva ebbe la meglio sui dubbi o i timori e senza ulteriori domande eseguì quella richiesta.

Engill chiuse gli occhi a sua volta e le aprì la mente. Immagini del passato affioravano in superficie. Due bambini che giocavano e ridevano, l'abbandono del padre che aveva trasformato uno dei due, la morte della madre… Dolore, un immenso dolore la fece piangere, ma il dolce tocco dell'uomo le trasmise serenità prima di ricominciare con i ricordi.
I bambini ormai adulti, la lotta tra figli del Re e la follia del Drago. Vide la sua nascita. Era nata già donna, ed era bastato uno sguardo per innamorarsi dell'Angelo. Si amavano da lontano, e quando Dreki lo scoprì chiuse Engill nella torre Sud e tolse a Longun i ricordi e la volontà trasformandola nella sua schiava.

I ricordi si interruppero lasciando spazio alla realtà. Engill si allontanò da lei

Adesso spero che tu mi voglia credere

Longun lo osservava scioccata, i ricordi stavano lentamente riaffiorando. Quel tocco aveva spezzato anche l'ultimo rimasuglio della magia di Dreki. Ora era completa, completa e innamorata. Di scatto si alzò buttandosi tra le braccia dell'uomo.

Mi sei mancato padrone del mio cuore. Perdonami per l'attesa, ma adesso ho tutto chiaro e non vedo l'ora di essere una sola cosa.

Bastò uno sguardo per capire, e un attimo per unire nuovamente le bocche in un bacio tanto atteso. La stanza gialla scomparve ed intorno a loro iniziò a comparire un nuovo palazzo. Si trovarono catapultati in una corte ricca di fiori e piante. Quattro colonne identiche a quelle del palazzo di Dreki si formarono nei quattro angoli unite da lunghi corridoi.

Dove siamo? Sembra il Palazzo di Dreki. Ma al posto dell’area centrale si trova questo magnifico giardino.

Engill la guardò sorridendo

Si esatto, è il Palazzo di Dreki. Quando hai ripreso la tua memoria, hai riattivato il suo cuore e la sua immortalità lo ha abbandonato spostandosi dentro di te.
La sua follia ha raggiunto l’apice uccidendolo. Quella che vedi è la costruzione di quando ero bambino e vivevamo in pace. Il Palazzo ha ripreso il suo aspetto originario, abbandonando quello costruito da un tiranno.

La profezia si era finalmente avverata e la loro nuova vita poteva avere inizio.

floral-1751088_640.png

English version (automatic translate)

With this last, but not least chapter I would like to thank @uggya and @emrys77 for their crucial help. Thank you for reading the previews and correcting mistakes, but most of all thank you for the moral support and comments that allowed me to write all this and also what will follow. I love you my friends

Previous chapters The Fall Black Orange Blue Red Green Yellow

Longun had dreamed of strange wings with long purple feathers that wrapped around her and protected her. The sensations she felt were so real that she struggled to open her eyes and refused to wake up.

A loud laugh broke through the blanket of her dream and jolted her back to reality. She looked around, it took a few minutes before she remembered and understood where she was and what had happened. The yellow room... the path between the various towers... with her hands she smoothed her dress, brightened her hair and began to walk around the room looking at the walls better. With her hand she caressed them feeling under her fingers small protrusions that the naked eye could not see.

Finally you've woken up, you've been sleeping for a long time, but I'm not at all surprised by this.

Longun turned her head, in front of her a man was smiling at her. At first she almost fainted with terror, Dreki was in front of her, the man she had run away from had been taunting her the whole time. Then she noticed something jarring, the man in front of her had one thing Dreki didn't possess...huge purple wings coming out of his back and making him look like an angel.

****Who are you? You look exactly like Dreki, but you're not him. Your smile and your eyes...but most of all you have WINGS!****

A hearty laugh escaped the man's lips, lighting up his features. It conveyed something pure, innocent, very different from Dreki's halo of terror.

My name is Engill and I'm Dreki's twin brother; although the similarities are purely physical as you may have noticed.

Engill...Dreki's twin...he had never heard of him. No one knew of his existence, otherwise the palace gossips would have mentioned him at least once.

Yes my dear, you are right, no one knows of my existence. When my brother took over I was locked up in this tower. On his deathbed, our mother told us about the prophecy, and now, thanks to you, it can come true.

Longun was growing dizzy and confused and could not believe what was happening to her. A thousand questions swirled in her head, but she couldn't voice them.

Your birth is no mystery, when The Old King died, a war broke out between the heirs and Dreki took advantage of it to take the throne. His lust for power had made him insane and he began to seek in alchemy the power he needed to reach the top. In order to succeed on the throne, he sacrificed a part of his heart, from that piece of heart you were born, and he used you to force the King's heirs to kill each other.
He paused, inviting the woman to sit down and get something to drink.
In the prophecy it speaks of the escape of the fruit born of the goodness of one of the twins and the birth of a new city ruled with love.

He smiled again at the woman, clearly seeing how upset she was and how she struggled to believe him. He walked over to her and placed a hand on her cheek.

Close your eyes Longun and let my memories become yours.

The thirst for knowledge that possessed her got the better of any doubts or fears and without further question she carried out that request.

Engill closed hisr eyes in turn and opened his mind. Images of the past bubbled to the surface. Two children playing and laughing, the abandonment of their father who had turned one of them, the death of their mother... Pain, immense pain made her cry, but the gentle touch of the man gave her serenity before starting again with the memories.
The now adult children, the fight between brothers and the Dragon's madness. She saw her birth. She had already been born a woman, and it only took one look for her to fall in love with the Angel. They loved each other from afar, and when Dreki found out, he locked Engill in the South Tower and took away Longun's memories and will, turning her into his slave.

The memories were interrupted, giving way to reality. Engill turned away from her

Now I hope you want to believe me.

Longun looked at him shocked, the memories were slowly resurfacing. That touch had broken even the last remnant of Dreki's magic. She was now complete, whole and in love. Suddenly she stood up throwing herself into the man's arms.

I missed you master of my heart. Forgive me for waiting, but now everything is clear and I can't wait to be one again.

A glance was enough to understand, and a moment was enough to bring their mouths together again in a long-awaited kiss. The yellow room disappeared and a new building began to appear around them. They found themselves catapulted into a courtyard full of flowers and plants. Four columns identical to those of Dreki's palace were formed in the four corners joined by long corridors.

Where are we? It looks like Dreki's Palace. But instead of the central area is this magnificent garden.

Engill looked at her smiling

Yes that's right, it's Dreki's Palace. When you regained your memory, you reactivated his heart and his immortality abandoned him by moving into you.
His madness reached its peak by killing him. What you see is the building from when I was a child and we lived in peace. The Palace has regained its original appearance, abandoning the one built by a tyrant.

The prophecy had finally come true and their new life could begin.

H2
H3
H4
3 columns
2 columns
1 column
4 Comments